La Tenda Tv nasce nel 2007 per volontà di un gruppo di giovani che operano nella parrocchia dei Ss. Pietro e Paolo di Vittorio Veneto.

Il progetto si rifà ad altre realtà simili presenti nel territorio nazionale, chiamate "tv di strada". L'idea iniziale, che viene sviluppata col tempo, è quella di creare una "televisione parrocchiale", che possa dar voce alla parrocchia stessa e possa raggiungere la maggior parte dei parrocchiani.

Nel novembre 2007 l'iniziativa prende il via. Il 16 dicembre 2007 iniziano i programmi della neonata emittente, che trasmette dal traliccio posto sul retro della chiesa e copre parte della superficie parrocchiale. Nel maggio 2009, a seguito di un progetto di potenziamento del segnale, viene installato un nuovo impianto di trasmissione, completando così la copertura della parrocchia dei Ss. Pietro e Paolo ed estendendola a tutta la parte sud di Vittorio Veneto.

ALPINIIl 28 novembre 2010, a causa del passaggio alla tecnica digitale terrestre del sistema di trasmissione televisiva, La Tenda Tv sospende le trasmissioni per alcuni mesi.

Il 16 aprile 2011, a grande richiesta, La Tenda Tv torna in onda sul digitale terrestre avvalendosi della collaborazione di alcune emittenti del territorio e grazie alla generosità dei parrocchiani e dei cittadini. E' da questo frangente che l'emittente assume una dimensione cittadina, sia per copertura, sia per tematiche affrontate. Si pone a disposizione della collettività, per raccontarne gli eventi e le realtà positive che in essa si manifestano.

Dal 2015, il gruppo di volontari che opera nell'emittente si costituisce in associazione culturale, denominata "La Tenda Multimedia".

Specifiche del progetto

antennaCon La Tenda Tv si intende:

- Creare un canale televisivo su modello Telestreet (tv di strada). Si sfrutta un cono d’ombra di una frequenza e quindi si utilizza un canale di per sé “libero”.

- Realizzare, con un’attrezzatura minima, l’emissione di un segnale video 24 ore su 24 a corto raggio che raggiunga però il maggior numero di abitazioni del territorio.

- Creare settimanalmente un flusso di trasmissioni o rubriche che vadano in onda a rotazione continua, interrotti soltanto dalle dirette o da eventi straordinari.

- Istituire una gruppo di volontari che coordini la parte tecnica e contenutistica dell’emittente.

I contenuti

cittachevorreiI contenuti che vanno a costituire il palinsesto dell'emittente sono prevalentemente:

- Trasmissione della S. Messa domenicale in diretta.

- Trasmissione di rubriche varie riguardanti notizie, attività e gruppi che operano sul territorio mantenendo imparzialità e correttezza.

- Trattazione di tematiche etiche o sociali di particolare importanza.

- Trasmissione in diretta di eventi speciali, quali concerti, feste, iniziative.

- Porsi in relazione con altre associazioni culturali, sportive ecc del territorio e realizzare in sinergia programmi di pubblica utilità.

- Trasmissione, ove possibile, dei consigli comunali e degli eventi istituzionali.